Quando si avvicina il Natale nasce in molti la voglia di rivivere quell’atmosfera autentica e genuina, che riporta a luoghi e tradizioni antiche e che aiutano, tra sapori, suoni e colori, a riscoprire il fanciullo dentro di sé.

I mercatini natalizi incarnano perfettamente lo spirito del Natale e, sia in Italia che in Europa, ve ne sono alcuni davvero pittoreschi, quasi da fiaba, aiutati da un contesto naturalistico spettacolare.

Norimberga

Il Christkindlesmarkt è l’antichissimo mercatino natalizio, risalente al XVI secolo, che ammanta di magia il centro storico di Norimberga, graziosa cittadina nella Baviera del nord che vanta peraltro una lunga tradizione nella costruzione di balocchi. Il 30 novembre, come ogni anno, uno squillo di trombe introdurrà un coro di voci bianche che si esibisce in dolci canti natalizi: a seguire, l’ingresso sul balcone della chiesa, proprio sotto il famoso carillon, dell’Angelo del Natale che decreta l’apertura ufficiale del mercatino.

Il mercatino natalizio di Norimberga illumina la piazza del mercato Haupt Markt con centinaia di casupole di legno che, decorate con ornamenti di stoffa rossa e bianca, si stendono ai piedi della medioevale Frauenkirche.

I prodotti che si possono trovare in questi pittoreschi mercatini, spaziano dagli addobbi ai giocattoli in legno, dai presepi fino alle leccornie come il panpepato, biscotti allo zenzero, bratwurst e il caldo Glühwein (vin brûlé tedesco): non si può visitare il mercatino natalizio di Norimberga senza aver acquistato i tipici pupazzetti realizzati con stoffa e prugne secche. Ogni artigiano presente all’evento parteciperà ad una sorta di concorso che premierà l’allestimento migliore.

Stoccolma

Chi non sogna un bianco Natale? Ebbene per entrare nella più classica delle atmosfere natalizie, in paesaggi dormienti sotto coltri di neve, bisogna recarsi a Stoccolma. La capitale svedese vede sbocciare molti mercatini natalizi per tutta la città e su tutti gli isolotti sui quali si stende: tra questi, il più bello è sicuramente quello che si svolge nel cuore della città vecchia di Gamla Stan, risalente al 1837.

Edifici colorati settecenteschi, illuminati dalla tenue luce dei lampioni, fanno da sfondo in Piazza Stortorget alle bancarelle di legno dipinte di rosso. Il tutto mentre si sorseggia il glögg bollente o si gustano i tipici biscotti pepperkakor a base di zenzero e cannella, oppure mentre si ammirano manufatti artigianali in lana o in pelle di renna.

Un altro mercatino di Natale da visitare a Stoccolma si tiene dal 1903 sull’isola di Djurgården, presso Skansen, proprio dove si trova il museo a cielo aperto dedicato alla vita svedese del ‘900. Qui le casette lignee vedono gli artigiani vestiti in abiti d’epoca: in quattro abitazioni di Skansen è possibile vedere un classico pranzo di Natale del passato tipicamente svedese.

Se poi ci si ritrova a Stoccolma il 13 dicembre, nel corso della notte più lunga, si può assistere alla suggestiva sfilata di Santa Lucia, con tanto di fanciulle di bianco vestite e recanti sul capo candele.

Merano

Questa città del Trentino-Alto Adige, dall’aspetto tipicamente asburgico, si presenta tanto elegante quanto austera. Ma a Natale le luci e gli addobbi natalizi rendono Merano un luogo che sembra uscito da una fiaba. Le rive del torrente Passirio, dal 23 novembre fino alla Befana, si animano di almeno 80 stand dall’aspetto medioevale: oltre ad acquistare addobbi ed oggetti in vetro, legno o lana, i visitatori avranno la possibilità di ammirare artigiani intenti a lavorare il feltro per calde pantofole, a maneggiare la cera per profumate candele oppure a forgiare il metallo sulle fiamme.

Come ogni mercatino natalizio che si rispetti, anche quello di Merano soddisfa i palati con vino al miele, panpepato e l’immancabile strudel.

Invece, I più romantici potranno godersi l’atmosfera natalizia girando in carrozza per il centro storico, mentre i più piccoli saranno allietati, tra il 5 ed il 7 dicembre, con le sfilate di San Nicolò oppure con quella, decisamente più spaventosa, dei Krampus cioè diavoli dalle fattezze spaventose e dai tetri campanacci.

Bressanone

Il mercato di questa cittadina della Provincia autonoma di Bolzano ha una storia lunga ben 800 anni. Si presenta come un evento raccolto, intimo ma carico di suggestioni e bellezza: svettante in Piazza Duomo, al cospetto del Duomo dalla facciata barocca, del Municipio e della Chiesa di San Michele, case di legno espongono oggetti artigianali della Valle dell’Isarco: dalle ghirlande alle candele fino agli oggetti in legno intagliato oppure in vetro.

Canti natalizi fanno da sottofondo alle notti dell’Avvento, durante le quali i bambini potranno divertirsi in groppa ai pony oppure sulla giostra a vapore.

Dopo una visita al mercatino di Natale, dove fa bella mostra di sé il grande albero di Natale, non ci si può esimere dal visitare la mostra dei presepi che si tiene presso il Palazzo Vescovile, affacciato sull’omonima piazza che, nel periodo dell’Avvento, viene occupata da una bella pista di pattinaggio.

Alessandro Vincenti
Di notte barman, di giorno "sognatore". Amo viaggiare e recensire hotel, ristoranti, villaggi turistici e tutto ciò che rappresenta la ricettività. Viaggio spesso in aereo, per poi muovermi con mezzi a noleggio. Adoro la panna montata, i gatti e il mare.