Riviera dei Cedri è la lunga e variopinta costa occidentale della Calabria. Chilometri e chilometri di costiera selvaggia, rocciosa e sabbiosa, imbiondita dalle coltivazioni di cedro che caratterizzano a tal punto la zona da darle il nome.

Degli oltre venti comuni che costellano l’area, ve ne sono almeno cinque da non perdere.

Praia a Mare

Uno dei primissimi comuni a nord della Riviera è Praia a Mare. Si tratta di una piccola città, ma con tanto da offrire. Tra le sue attrazioni, protagoniste indiscusse sono senza dubbio le sue spiagge, tra le più popolari e ricercate del versante tirrenico della Calabria. A queste si affianca inoltre un interessante patrimonio architettonico, in cui spicca il Santuario della Madonna della Grotta: un luogo di raccoglimento e preghiera, nonché meta di pellegrinaggio, incastonato tra tre grotte naturali.

Scalea

A raccogliere turisti sia d’estate che d’inverno è Scalea. Grazie anche agli ottimi collegamenti ferroviari e autostradali, durante i mesi estivi la città pullula di turisti, attratti dalle bionde spiagge attrezzate e da una città sempre vivace. D’inverno, invece, Scalea è affollata dagli amanti della natura, per svolgere attività come il trekking, passeggiate a cavallo o in bici sulle limitrofe montagne.

La città inoltre offre un vero e proprio itinerario enogastronomico, grazie ai numerosi ristoranti ed enoteche che popolano la zona.

Diamante

Quasi a metà di Riviera dei Cedri sorge Diamante, un piccolo borgo di pescatori il cui nome non avrebbe potuto essere più calzante. Tra il lungomare vecchio e il nuovo si apre un dedalo di viuzze, costellato di modeste casette. Si tratta di costruzioni antiche e talvolta dall’aspetto dimesso, ma è proprio questo a conferire fascino alla città. Caratteristica originale di Diamante è inoltre la presenza di centinaia di delicati murales, realizzati proprio sulle case dei pescatori, i quali rappresentano la vita e la storia del borgo marinaro.

Cetraro

Scendendo lungo la Riviera si incontra Cetraro, il cui nome deriva proprio dalle folte coltivazioni di cedri presenti in quest’area. Il centro della città risale al Medioevo e ne conserva l’antica struttura, divenendo la città stessa una grande opera d’arte. La spiaggia sottile accoglie numerosi turisti ogni anno, che tra un sorso di vino e una frittura tipicamente calabrese, possono godere del meraviglioso panorama offerto dal vicino Scoglio della Regina e dal tramonto sull’acqua.

Paola

Ultima località, all’estrema punta sud della Riviera dei Cedri, è Paola. Tra tutti i centri della Riviera, quest’ultimo è il più popolare, nonché il più assiduamente frequentato dai turisti da spiaggia. Il centro di Paola sorge a novanta metri sul livello del mare e scende lungo le pendici montuose, fino a raggiungere la marina. Le spiagge sono spaziose e tutte attrezzate; il mare è limpido e scarsamente soggetto a correnti. Infine la presenza di numerosi ristoranti, pub e locali notturni, garantisce una movida intensa e vivace per tutta l’estate.

Cristiana Cecira
Amo l'Italia e le bellezze naturalistiche che racchiude. Appassionata di fotografia, sono una fiera sostenitrice della difesa del territorio.