Per comprendere appieno la bellezza del Marocco, bisogna recarsi a Marrakech, città che racchiude in sé l’essenza di questo Paese: caotico e proteso al futuro da un lato e tranquillo e legato al passato dall’altro. Per un viaggio che risulti indimenticabile, quali sono le cose da fare e i luoghi da visitare a Marrakech?

Marrakech: un viaggio tra passato e presente

Una volta arrivati in città, il primo luogo che vale la pena visitare è senza dubbio Piazza Jamaa el Fna, la quale è così importante ed affascinante da far parte del Patrimonio Unesco. Questa piazza si caratterizza per il fatto di essere un mix perfetto tra il passato ed il futuro della città e più in generale del Marocco.

Tra le cose da fare a Marrakech, vi è sicuramente anche una passeggiata alla scoperta della Medina, ovvero la parte più antica della città. Questa zona si caratterizza per la presenza di vicoli, stradine strette e negozi dove sarà possibile acquistare oggetti tipici dell’artigianato locale.

Molto interessante, rimanendo legati alla tradizione ed al passato di Marrakech, risulta essere la possibilità di vedere le Tombe Sa’diane: qui si trovano le tombe di molti appartenenti alla famiglia Sa’diane, che ha regnato sulla città dall’inizio del 1500 alla fine del 1600. Tornando al presente, risulta senza dubbio piacevole la possibilità di scoprire le spa Les Bains de Marrakech, ovvero i bagni cittadini: si tratta di una vera e propria oasi di benessere, che fa della città uno dei luoghi più apprezzati anche dalla popolazione locale.

Le attrazioni da non perdere a Marrakech

Ovviamente, nel corso di un viaggio in Marocco, bisogna trovare tempo e modo di visitare alcune delle moschee più affascinati del paese. Marrakech non fa certo eccezione e tra i tanti luoghi di culto che vale la pena vedere spicca sicuramente la Moschea della Kutubiyya. Per comprendere la sua bellezza basti pensare al fatto che il suo minareto arriva a 70 metri d’altezza ed è visibile anche da grandi distanze.

Molto affascinante è anche il Palazzo El Bahia, la cui edificazione risale al XIX secolo e che è uno dei luoghi a cui gli abitanti della città sono più legati in assoluto.

Ovviamente Marrakech, come qualsiasi altra città di una certa importanza, ha anche una discreta offerta museale. Tra i tanti poli museali che si può decidere di visitare, spicca il Museo di Marrakech, il quale si caratterizza per una grande varietà espositiva, visto che vi sono opere di vari periodi storici e di varie tipologie, il che lo rendono senza dubbio interessante agli occhi di qualsiasi visitatore.

Infine, se si volesse trascorrere del tempo in totale relax, vale la pena recarsi ai Giardini Mjorelle: si tratta di giardini tropicali intitolati a Jacques Majorelle, artista transalpino che trascorse la vecchiaia a Marrakech e decise di donare alla città il progetto di questi giardini, che oggi sono uno dei luoghi più belli in cui trascorrere un momento di relax dalla quotidiana e frenetica vita di ogni giorno.

Alessandro Vincenti
Di notte barman, di giorno "sognatore". Amo viaggiare e recensire hotel, ristoranti, villaggi turistici e tutto ciò che rappresenta la ricettività. Viaggio spesso in aereo, per poi muovermi con mezzi a noleggio. Adoro la panna montata, i gatti e il mare.