Palermo è una splendida città siciliana caratterizzata da sfumature accattivanti e spesso contrastanti. Le civiltà antiche, nel corso dei millenni, le hanno lasciato un prezioso e florido patrimonio artistico, che i cittadini custodiscono con immenso orgoglio. Il capoluogo è una meta imperdibile nel tour siciliano, un sito intrigante tutto da scoprire e ammirare.

Visitare Palermo in due giorni si può! Basta solo individuare le tappe più significative da effettuare, quelle che permettono di entrare nel cuore pulsante della città. Ecco cosa vedere nel capoluogo siciliano in un weekend.

Primo giorno a Palermo

Il centro città è il fulcro culturale e sociale di Palermo. Per iniziare il tour consigliamo di percorrere l’elegante viale della Libertà, una delle strade più note per lo shopping palermitano. Il lungo viale termina a Piazza Castelnuovo. Qui si può ammirare il raffinato Teatro Politeama, dove si eseguono rappresentazioni ed eventi musicali di vario genere.

A breve distanza si trova Piazza Verdi, dominata dallo spettacolare e maestoso Teatro Massimo, il più grande teatro lirico d’Italia e il terzo d’Europa. Le suggestive grandinate che conducono all’ingresso sono spesso impreziosite da decorazioni floreali che esaltano la bellezza dell’edificio.

Per rifocillarsi dopo la lunga passeggiata, ci si può addentrare in una delle viuzze che costeggiano il teatro e assaggiare una delle prelibatezze locali. Palermo è nota in tutto il mondo per il suo squisito street food: si possono degustare caponate, rosticceria palermitana, panini con milza, panini con panelle e crocché, e naturalmente le arancine.

A pochi passi da Piazza Verdi c’è il Mercato Popolare del Capo, che insieme a quello della Vucciria e di Ballarò, è il più caratteristico e folcloristico di Palermo. A differenza di molte città italiane, il mercato palermitano è vivace e coinvolgente, ma anche economico e con prodotti di ottima qualità.

Secondo giorno del tour palermitano

Arrivati a Palermo, non si può fare a meno di andare al mare, naturalmente a Mondello. Sull’isola le temperature sono gradevoli in tutti i mesi dell’anno e proprio per questo capita spesso di poter trascorrere delle giornate in spiaggia anche a dicembre.

Mondello è una località marinara piccola, ma deliziosa: si racchiude tutto in una piazzetta punteggiata da numerosi ristoranti di pesce e trattorie che propongono cucina locale. Il lungomare di Mondello è a dir poco stupendo, con le sue spiagge bianche, l’acqua bassa e trasparente che lascia intravedere Monte Pellegrino. Per addolcire il tour ci si può rinfrescare con una brioche al gelato o un buon cannolo siciliano.

L’altra parte della giornata è dedicata alla visita di Monreale, un paesino montano adiacente alla città, dove, oltre a godere di un panorama mozzafiato su Palermo, si può visitare la Cattedrale, una delle più belle del mondo.

Per concludere il breve tour cittadino, in serata si ritorna in centro città, zona Kalsa o Marina, per trascorrere qualche ora di relax passeggiando nei vicoli della movida palermitana. Qui la notte è animata da pub e trattorie che invadono le stradine, nelle quali vengono allestiti concerti e organizzati eventi culturali, adatti a tutti i visitatori, dai giovani alle famiglie.

Alessandro Vincenti
Di notte barman, di giorno "sognatore". Amo viaggiare e recensire hotel, ristoranti, villaggi turistici e tutto ciò che rappresenta la ricettività. Viaggio spesso in aereo, per poi muovermi con mezzi a noleggio. Adoro la panna montata, i gatti e il mare.