Non esistono molti luoghi degni del termine Città Eterna, infatti, le cose da vedere a Roma sarebbero talmente tante che un mese non sarebbe sufficiente. Se però si ha a disposizione un weekend lungo, di seguito vediamo quali tappe non possono essere saltate.

Il Colosseo

Esiste forse un altro luogo che più simboleggia la Città Eterna? Il Colosseo è una tappa obbligata, nonché una delle 7 meraviglie del mondo. Iniziata da Vespasiano e portata a conclusione dal figlio Tito, quest’arena farebbe impallidire i moderni stadi per l’organizzazione: ogni anno erano moltissimi i romani che assistevano agli spettacoli all’interno dell’Anfiteatro Flavio, com’era noto all’epoca.

I Fori Imperiali

Proprio vicino al Colosseo si incontra la seconda tappa imperdibile di Roma, i Fori Imperiali, che un tempo erano il centro politico della città. Si tratta di un sito archeologico unico al mondo, didattico di giorno quanto suggestivo alla sera.

Altare della Patria

Questo edificio dalla forma particolare si trova in Piazza Venezia. Costruito all’inizio del secolo scorso, questa imponente costruzione rende omaggio al milite ignoto, a tutti i caduti italiani. Da questo punto privilegiato, inoltre, potrai godere di una vista davvero imbattibile sulla Città Eterna.

Il Pantheon

Ricostruito per volere dell’imperatore Adriano dopo un incendio, questo monumento rappresenta una meraviglia dell’ingegneria antica a cielo (quasi) aperto. Tale è il fascino di questo luogo e della piazza antistante che alla sua morte Raffaello volle essere seppellito all’interno.

Piazza Navona

A pochi passi dal Pantheon, Piazza Navona è un luogo pulsante di vita, il cui fulcro è la Fontana del Bernini, che contiene persino un obelisco egiziano. La piazza pullula di artisti e turisti che formano un insieme interessante: qui si trovano alcuni dei migliori locali per mangiare un boccone o sorseggiare un cocktail, anche se il prezzo sarà adeguato alla vista.

Fontana di Trevi

Simbolo della Dolce Vita e del culto delle vacanze romane, questo capolavoro barocco è una delle mete turistiche più legate alla cultura popolare locale. Non si può sostare di fronte alla Fontana di Trevi senza lanciare la moneta che rappresenta una poetica promessa di ritorno.

Cappella Sistina e Musei Vaticani

Si tratta di uno dei più famosi musei al mondo, al cui interno si trovano opere che spaziano dalla Grecia antica al Rinascimento. La Cappella Sistina, il più famoso capolavoro di Michelangelo, lascerà a bocca aperta per il suo effetto tridimensionale ottenuto solo con l’uso della vernice.

Basilica di San Pietro

Entrare in un luogo di culto così imponente porterà a rimanere di stucco, ma attenzione a non cercare di stendersi sul bellissimo Baldacchino del Bernini al centro della navata. Qui ci si trova nel cuore pulsante del cattolicesimo e sono molti i Pontefici sepolti in questo capolavoro architettonico.

Piazza San Pietro

Raramente un luogo sacro è reso ancor più magico dalla piazza antistante, eppure è proprio il caso di questa piazza riconosciuta in tutto il mondo per la sua progettazione unica, la forma ovale e le colonne del Bernini.

Piazza di Spagna

Questa piazza, oltre ad ospitare la scalinata più famosa al mondo, vede un’altra impronta lasciata da Bernini, sotto forma di una splendida fontana, che si può ammirare gustando un gelato seduti sugli scalini che conducono a Trinità dei Monti.