Dopo il rigido inverno, sono in molti ad aspettare le vacanze pasquali per godere di qualche giorno di pace e relax.

Nella scelta della meta perfetta ci si concentra spesso sul Sud Italia, per la bellezza dei luoghi e per le piacevoli temperature primaverili che baciano sovente queste terre.

Ecco, dunque, tre mete meridionali imperdibili per le vostre vacanze di Pasqua.

Modica

In provincia di Ragusa, sorge uno dei borghi più pittoreschi della Sicilia, dichiarato Patrimonio dell’Unesco: Modica.

Il suo centro storico, dominato dall’alto dalla diroccata Torre dell’Orologio, è costituito da case abbarbicate le une alle altre, attraversate da strette vie che portano a raffinati palazzi e a chiese in stile tardo-barocco.

Gli edifici religiosi più belli della cittadina natale di Salvatore Quasimodo sono indubbiamente il Duomo di San Giorgio, dalla caratteristica facciata curvilinea, e la Chiesa di San Giovanni Evangelista, entrambe introdotte da lunghe scalinate.

Non c’è, però, Pasqua senza cioccolato e a Modica lo si può gustare in una ricetta di origini addirittura azteche, rigorosamente artigianale e con la materia prima lavorata a freddo: molti sono i laboratori dove è possibile degustare questa leccornia, alla quale è dedicato non solo un vero e proprio Museo del Cioccolato presso il Palazzo dei Tribunali, ma anche l’evento primaverile ChocoBarocco.

Procida

Tra la costa campana e la selvaggia Vivara, sorge incantevole l’isola di Procida, un vero paradiso mediterraneo che accoglie il visitatore con il pittoresco porticciolo di Marina Grande. Le barche ormeggiate e le case dei pescatori color pastello sono dominate dalla merlatura del Palazzo Montefusco e dal campanile barocco della Chiesa della Pietà.

La vista più bella sull’isola e sul Golfo di Napoli è regalata da Terra Murata, vera e propria cittadella fortificata posta nel punto più alto di Procida, tra le cui mura cinquecentesche è racchiusa la suggestiva Abbazia di San Michele.

Tra i primi bagni di sole e magari di mare che anticipano l’estate, non deve mancare una visita al villaggio di pescatori di Marina di Corricella, tra i cui balconi di origine araba, sono state girate alcune scene del film con Massimo Troisi “Il Postino”.

Lecce

La regina del Barocco in Puglia è senza dubbio la salentina Lecce: le piazze e le tante chiese del bellissimo centro storico hanno reso questa città un vero museo a cielo aperto, tra le cui strade vive ancora l’antica arte dei cartapestai.

Piazza Sant’Oronzo è il cuore di Lecce, con al centro la colonna con la statua del patrono. Completano lo scenario della piazza principale della città l’Anfiteatro romano del II d.C. ed il cinquecentesco Sedile, di cui resta una splendida loggia con arcate ogivali.

Gustando un autentico pasticciotto ed ammirando la facciata barocca della Basilica di Santa Croce, si raggiunge un’altra piazza simbolo della città: Piazza Duomo, scenografica come la scena di un teatro. Su questo elegante spazio si affacciano sia il Palazzo Vescovile e il Duomo, ricco all’interno di ben dodici altari, tra cui ne spicca uno in bronzo e marmo di scuola napoletana.

Michele Pacilli
Appassionato di viaggi, da sempre viaggio nella scoperta dei luoghi più nascosti d'Italia e non solo. Adoro i cani, il caffè e tutti i tipi di dolci.